Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 9 febbraio 2010

L'interno della malga di Porzûs, dove 65 anni fa fu ammazzato "Bolla", zio del cantautore Francesco De Gregori, assieme ad altri 19 partigiani della "Osoppo", da parte di partigiani comunisti comandati da "Giacca" (Foto © Francesco Brollo)

Le mire di Tito sul Friuli, la voglia di egemonia dei comunisti e le nuove carte scoperte in Inghilterra. A 65 anni dall’eccidio, un convegno ha affrontato per la prima volta in maniera organica il tema dei conflitti tra partigiani, con una conclusione: Porzûs non può essere considerato un semplice episodio isolato

PORZÛS – Mentre a fondo valle le viti scheletriche protendono i propri tentacoli al cielo, in quota la neve avvolge le malghe di Topli Uork, dette di Porzûs, nel Friuli orientale, a pochi chilometri dalla Slovenia. C’era anche 65 anni fa la neve, e tanta, quando un centinaio di partigiani comunisti guidati da Giacca (nome di battaglia di Mario Toffanin) salirono fin quassù, dove uccisero tre appartenenti alla brigata Osoppo, (la formazione partigiana cattolica e liberale) comandati da Bolla, Francesco De Gregori, zio del cantautore, e una donna, per poi sterminarne altri sedici nei giorni seguenti.

(altro…)

Annunci

Read Full Post »