Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Alessandro Gori’

UN ALTRO MONDIALE

Macché Sky, Rai, vai, dai. Quest’anno per seguire i mondiali, affidati ad Alessandro Gori, un esponente autentico del giornalismo nomade. Un viandante dell’informazione, un benandante del racconto. Un carnico in Sudafrica

 Qui a fianco Alessandro col sombrero pronto a imbarcarsi sul volo che da Addis Abeba lo ha portato a Johannesburg, in Sudafrica. Qui sotto il link al suo blog, che accompagna il programma “Il Torzeòn ai Mondiai di Balòn”, dal 10 giugno al 12 luglio su “Radio Onde Furlane”. Come si legge sul suo blog: “Anche se il filo conduttore è rappresentato dalle partite, ovviamente non si parla solo di calcio ma di vari altri aspetti: le impressioni sulle città visitate, l’ambiente dei tifosi, varie storie ed aneddoti, le bellezze ed i contrasti del Sudafrica, le curiosità culinarie e vinicole, le peripezie degli spostamenti per raggiungere la destinazione successiva ed altro ancora”. Ecco il link al blog Il Torzeòn ai Mondiai di Balòn

Annunci

Read Full Post »

Georgia tamada con khantsi a Svaneti foto Alessandro Gori

Georgia: un Tamadà (il "capotavola") dà il via alla cerimonia del brindisi con in mano il tipico corno ricolmo di chacha (Grappa)

Intervista col viandante e giornalista Alessandro Gori che ci porta in Caucaso, attraverso i Balcani, tra analisi storiche e ospitalità etiliche

Questa estate ha raggiunto il Caucaso in due mesi, senza mai prendere l’aereo, partendo dalla sua terra d’origine: la Carnia. Rientrato da Tbilisi (Georgia) Alessandro Gori, 39 anni, viaggiatore, giornalista e osservatore per l’Unione Europea, parlerà di questa sua ultima avventura domenica 8 novembre a Udine, alle 18.30 presso la libreria Odòs, nell’ambito di Fuorirotta. Lo abbiamo incontrato in anteprima a Enemonzo, il paese in provincia di Udine dove sta – poco – quando non è in giro per il mondo. Esperienza coinvolgente, intervistarlo, e diciamo ostica, per chi non abbia dimestichezza con i superalcolici. Dopo averci condotto in cantina, dove custodisce come in un caveau le pubblicazioni suddivise per aree geografiche (le sezioni principali sono: Balcani, Argentina, Brasile e resto del mondo), ci siamo sottoposti al rito dell’assaggio reiterato della šljivovica, il distillato delle terre balcaniche che ti si fionda dritto nello stomaco, spesso raschiandoti l’esofago come un acuto di tromba. (altro…)

Read Full Post »